rimappatura centralina

Perchè rimappare la centralina?

La rimappatura della centralina elettronica della propria auto viene eseguita per ottenere maggiore potenza e ridurre i consumi. Di fatto non è certamente priorità delle case costruttrici quando sviluppano il software, ottenere la massima potenza. Però viene anche lasciato un ampio margine di tolleranza, il che consente di adattarsi ad ogni tipo di utilizzo. Rimappare la centralina permette di guidare la propria auto come fosse una vettura di cilindrata superiore.
L’incremento del valore di coppia e di potenza permette di ottenere una diminuzione dei consumi di carburante mantenendo inalterata l’affidabilità originale della vettura, questo naturalmente, quando la rimappatura viene eseguita pieno e totale rispetto delle tolleranze meccaniche imposte dal costruttore. La rimappatura della centralina deve essere eseguita da personale esperto e qualificato.

Come avviene la rimappatura della centralina?

Rimappare la centralina significa riscrivere il software in modi diversi: le centraline antituning vanno riprogrammate smontandole e collegandole in bdm, boot, jtag. La maggioranza delle centraline si riprogrammano direttamente da presa diagnosi OBD2 senza alcun smontaggio. Diversamente, si può utilizzare un modulo aggiuntivo che lavora però su pochi parametri senza tenere conto del software di partenza. I parametri che vanno presi in considerazione per stabilire l’incremento ottenibile, sono l’affidabilità e l’emissione di scarico, evitando di superare i limiti di progettazione. Tutti i costruttori lasciano una margine di tolleranza sui quali si interviene senza compromettere la sicurezza.

Rimappatura tradizionale e rimappatura seriale

La rimappatura tradizionale viene eseguita aprendo la centralina del motore modificandola fisicamente. L’officina deve così manomettere la centralina per riprogrammarla, e naturalmente, se è ancora in garanzia, quest’ultima non sarà più valida.
La mappatura seriale, consente di riscrivere i dati della centralina senza correre il rischio di pregiudicare la garanzia della vettura.
E’ anche corretto dire che alcune case automobilistiche dotano le loro vetture di centraline anti tuning, i cui parametri non sono modificabili. In alcuni casi è possibile superare questi blocchi, mentre per altri non c’è alcuna possibilità.

Quanto costa rimappare la centralina?

Il costo della rimappatura della centralina si aggira intorno alle 300 euro.
Ma l’aspetto più importante da considerare non è quello legato a prezzo, bensì quello legale: un motore con prestazioni “ritoccate” è un motore che dovrebbe essere soggetto ad una nuova omologazione del Ministero dei Trasporti, principalmente per due motivi:

  • il veicolo potrebbe non rispettare i limiti di velocità indicati nel libretto di circolazione
  • l’auto potrebbe superare i parametri massimi d’inquinamento permessi dalla legge

Le sanzioni per i trasgressori sono multa, sequestro del mezzo e, nel caso di sinistro stradale, potrebbe scattare il diritto di rivalsa dell’assicurazione.
Per tali motivi, prima di decidere per una rimappatura della centralina, è consigliabile affidarsi ad un meccatronico esperto e sincerarsi che la programmazione della centralina avvenga entro i parametri dell’omologazione.

Il meccanico esperto, una volta ascoltate le richieste del cliente, in base allo stile di guida, ed ottenute le informazioni relative alle specifiche tecniche sul propulsore, il chilometraggio e le condizioni del veicolo, sarà infatti in grado di prestare molta attenzione a mantenere i margini di affidabilità del motore, senza mai oltrepassarli.

Lascia un commento