Come realizzare un buon timbro per la propria azienda

Il timbro aziendale è utile ed obbligatorio, pertanto la sua realizzazione deve avvenire con la massima cura e soprattutto deve riportare i dati richiesti per legge.
Il timbro aziendale trova diversi utili scopi nell’ambito aziendale: serve per datare i pagamenti, gli assegni, le fatture, serve per archiviare, smistare la posta, numerare i documenti, ecc.
A seconda della tipologia di società, a società semplice (S.S.), in accomandita semplice (S.A.S.) oppure in nome collettivo (S.N.C.), occorre inserire nel timbro aziendale il nome dell’azienda o società e i nomi delle persone che ne fanno parte, l’indirizzo dell’azienda, si possono inserire anche partita iva e codice fiscale, numero di telefono e fax, l’email (e/o PEC) e il sito internet. Queste ultime informazioni servono a farsi trovare facilmente.

L’azienda S.r.l. oppure S.P.A. deve realizzare un timbro in grado di riportare il nome dell’azienda e la sua denominazione, ed il valore del capitale versato, l’indirizzo principale ed eventualmente anche un secondo indirizzo, Partita IVA e Codice Fiscale. Si possono anche indicare il numero di telefono e fax, l’email (e/o PEC) e il sito internet, sempre per lo stesso motivo, già riportato, dati questi, non indispensabili, che servono però a farsi trovare.

Il timbro professionale aziendale deve essere un buon timbro di qualità, elegante e raffinato e deve essere robusto. Le misure consigliate variano da 41x24mm a 56x33mm. Possono essere inserite fino ad un massimo di 8 righe di testo ed il logo aziendale.
E’ anche possibile optare per il timbro autoinchiostrante aziendale in plastica, sempre personalizzabile con il logo aziendale, di forma quadrata, rettangolare, circolare oppure rotonda.
Altra alternativa è il timbro tascabile, comodo, leggero, facilmente trasportabile, soprattutto per tutti coloro che per lavoro sono spesso in viaggio.
Esiste anche la possibilità di realizzare il timbro bilingue aziendale formato da due colonne, ognuna indicante la stessa azienda o società, ma in lingue diverse come ad esempio, inglese ed italiano, per farsi riconoscere dai clienti e dai fornitori in entrambe le lingue. Noi vi suggeriamo di realizzare online i timbri aziendali personalizzati: un’opportunità per risparmiare sul prezzo senza rinunciare ad un prodotto di qualità.

Come acquistare crediti per il PlayStation Network senza carta di credito

Il mondo PlayStation è sempre più variegato ed è difficile rinunciare ai servizi offerti online dal PlayStation Network. L’opzione più rapida e veloce è quella di acquistare i crediti collegandoci con la nostra carta di credito, ma come fare se non ne abbiamo una (o, per un qualsiasi motivo, non vogliamo utilizzarla)? Scopriamo insieme le principali alternative

Acquisto dei codici online

Online esistono dei rivenditori ufficiali tramite i quali è possibile acquistare le PSN cart, nei tagli da 20, 35 o 70€. Si tratta di un sistema assolutamente sicuro: è possibile pagare anche ricorrendo a carte prepagate o a Paypal e, rispetto all’acquisto sul PlayStation Store, i rivenditori applicano un piccolo sconto sull’importo della card (da 0,50€ a un paio di euro).

E’ sufficiente registrarsi al sito, compilare i campi per l’acquisto e aspettare l’invio del codice, che viene rilasciato non appena la transazione sarà stata eseguita.

Acquistando i codici online, comprerete una sorta di “card virtuale”: il rivenditore vi invierà esclusivamente il codice della card, già validato dal PlayStation Network e immediatamente utilizzabile.

Pro dell’acquisto online:

  • Veloce
  • Si può acquistare comodamente da casa
  • Si può acquistare pagando tramite PayPal
  • Sicuro al 100&%
  • Si può utilizzare per fare un regalo a distanza ai propri amici gamer

Svantaggi dell’acquisto online:

  • Non si può pagare in contanti

Stai cercando un rivenditore di codici online di fiducia? Prova ad acquistare le PNS card su GameCodes.it. Questo sito, attivo da anni nella vendita di codici e servizi aggiuntivi ai videogiocatori, offre un’assistenza clienti al top ed è il negozio con le recensioni migliori in Italia.

Acquisto delle psn card fisiche

Una seconda possibilità è quella di acquistare le card psn fisiche, che si possono acquistare in molti negozi della grande distribuzione, nei negozi di dispositivi elettronici e tecnologici (MediaWorld, Euronics etc.) oltre che nei principali negozi online, come Amazon.it.

Questa opzione è particolarmente conveniente per chi ha un negozio rivenditore vicino a casa; l’acquisto online è sconsigliabile per via delle spese di spedizione applicate: meglio riscattare i codici direttamente online, abbattendo la spedizione e risparmiando anche sul prezzo stesso della tessera. La card, in questo caso, è disponibile nei tagli da 20€ e 30€ e difficilmente il rivenditore applicherà uno sconto. Ogni card dispone di un codice sul retro, che andrà inserito nell’apposita area codici del PlayStation Store).

Pro dell’acquisto della card fisica:

  • Si può acquistare con i contanti

Svantaggi dell’acquisto della card fisica:

  • Bisogna recarsi in negozio
  • E-commerce poco conveniente

Qualche buona ragione per utilizzare le PSN card

Esistono vari motivi che possono spingere all’utilizzo delle PSN piuttosto che della carta di credito; il primo è che si tratta di un canale facilmente accessibile a tutti, anche ai gamer più giovani che, per vari motivi, potrebbero non possedere una carta di credito.
Il secondo è che permette di caricare una cifra fissa. Collegando la carta di credito, invece, sarebbe possibile fare acquisti illimitati, sfruttando il plafond della carta: se i vostri amici gamer sono avidi di nuovi titoli e pensate che una serata alla PlayStation potrebbe costarvi cara, meglio acquistare un paio di PSN card ed evitare il rischio!

Stampare la propria tesi di laurea online

Dopo tre o cinque anni di lavoro, è giunto il momento tanto atteso della laurea: mancano poche settimane all’evento e…la tesi è ancora un bel progetto nel cassetto. Comincia la corsa alle copisterie, per vedere realizzato il frutto di tanti sacrifici ma, che prezzi!

Un tempo, i laureandi non avevano altra scelta che rivolgersi ad una copisteria di fiducia, meglio se accanto all’università e specializzata nella stampa delle tesi. La scarsità di offerta, unita ai tempi stretti e alla necessità di trovare un punto di riferimento sul territorio, erano sinonimo di prezzi decisamente alti.

Per fortuna, l’avvento delle tecnologie digitali ha portato un ventaglio di occasioni e di opportunità nel mondo delle tesi di laurea: ad oggi, grazie ai tanti servizi di stampa e rilegatura disponibili, riuscire a stampare la tua tesi è facile ed economico! Ci sono decine di possibilità, ciascuna con i suoi pregi e difetti.

Noi raccomandiamo HeliosGuzzi: una storica tipografia nel cuore di milano, che da più di cinquant’anni assiste con professionalità (e con un occhio ai prezzi) i giovani laureandi e che, grazie al nuovo sito e-commerce e e-print, permette di stampare tesi online e riceverle direttamente a casa, in tempo record. Sul sito troverai numerose opzioni per stampare una tesi su misura, che risponda ai tuoi gusti e che si presenti proprio come vorresti, risparmiando una cifra notevole rispetto alla stampa in una tipografia tradizionale. Anche questa è innovazione.

Grazie ai prezzi bassi offerti dal digitale, con una cifra modesta potrai stampare le tue tesi rilegate con una copertina in similpelle o in seta, dall’aspetto elegante e con una carta di ottima qualità. Ricordati che, di fronte ad una commissione di laurea, presentarsi con un fascicolo rilegato malamente o presentarsi con un elegante stampato con copertina rigida ha un peso ben diverso; certo, la valutazione finale dipenderà dalla bontà del percorso di ciascun laureando e dalla validità del progetto di tesi, ma anche la rilegatura e l’effetto grafico dello stampato non andrebbe sottovalutato.

Come personalizzare una penna

Le penne personalizzate sono un dono originale, sia come dono personale che per il proprio business, si tratta di articoli promozionali sempre in voga, il metodo più efficace e classico che permette di diffondere il proprio logo, marchio e sito internet tra i proprio clienti ma anche durante le fiere, gli eventi ed i meeting.

Le penne personalizzate promozionali rappresentano un vero e proprio must e si trovano ovunque: negli uffici, nelle aziende, nelle case, nelle officine, negli studi, ecc.

Dai modelli economici, ai più sofisticati, dalle modernissime penne touch screen ai set con astuccio, questo gadget è davvero irresistibile.

La penna serve sempre, è utile, pratica, indispensabile, anche da tenere in borsa, in auto, da portare in viaggio perchè nonostante la tecnologia dei telefonini, abbiamo sempre tutti qualcosa da scrivere a mano!

Le penne personalizzate sono anche ritenute uno strumento marketing di forte impatto pubblicitario, servono per far divulgare il proprio brand e permettono di acquisire nuovi clienti. Vengono distribuite durante la presentazione dei prodotti, durante le feste, le promozioni, workshop e qualsiasi altro evento. Utilizzare la penna per farsi pubblicità diventa oggi persino doveroso.

 

La penna personalizzata è anche un regalo molto apprezzato per un anniversario, un evento importante come la laurea, il compleanno, serve a ricordare la ricorrenza e per questo viene creata su misura, in molti casi si adatta anche allo stile della persona.

E’ infatti possibile scegliere tra forme originali o classiche, dall’inchiostro nero, blu o di altri colori. Le più chic? Mont Blanc e Cartier.

La penna a sfera pubblicitaria diventa anche ecologica biodegradabile un gadget molto gradito a tutti coloro che attenti alla tutela dell’ambiente, inoltre serve a mostrare la sensibilità dell’azienda nei confronti del territorio. Queste penne sono realizzate in speciali materiali a basso impatto ambientale, derivati da fibre naturali.

Potenziare il proprio brand con le penne personalizzate è davvero una strategia marketing che porta al successo grazie anche a tutti i modelli disponibili, dalle penne slim con meccanismo a scatto, penne a sfera in metallo con meccanismo a rotazione, penne con impugnatura gommata e corpo semitrasparente, penne con meccanismo in plastica, ideali anche per la distribuzione di masse in convegni, fiere, meeting, ecc. Penne gommate con funzione 2 in 1, penne con effetto diamante, penne con impugnatura ergonomica, penne con effetto metallo verniciato, penne multifunzione led & touch, penne in alluminio lucido, questi sono solo alcuni dei modelli che si possono personalizzare online.

Le penne personalizzate economiche, sono il fiore all’occhiello di tutti coloro che vogliono realizzare un grande gadget con un piccolo investimento e far veicolare l’immagine aziendale. La penna promozionale è infatti un gadget che non passa mai di moda, anzi si evolve ed abbraccia la modernità come dimostrano i modelli touch screen.

La penna, proprio per la sua logica utilità non viene gettata via, come potrebbe essere per un altro gadget, per questo è in grado di garantire la massima visibilità nel tempo. Rappresentano quindi per le imprese una scelta popolare che serve a promuovere il marchio ed attrarre i potenziali clienti. Grazie alla vasta gamma di proposte, è sempre possibile trovare il modello in grado di soddisfare le proprie esigenze.

Branded video content, la nuova frontiera del marketing

Bill Gates diceva: “Content is the king” e questo perchè, fino a qualche anno fa, gli strumenti numero uno del marketing erano proprio i contenuti testuali. Ma il web è fatto di tempi rapidi, anzi, super rapidi e l’”abuso” di contenuti di questo tipo ha dovuto presto lasciare posto ai video, considerati più efficaci dei contenuti testuali.

Oggi, ricordano gli analisti di Thirty Seconds Milano, la maggior parte degli utenti che navigano online, effettuano i propri acquisti dopo aver guardato un video che può essere informativo oppure promozionale.

Il 2017 è stato considerato un anno “epocale” che però raggiungerà la vera esplosione nel 2019, quando, secondo le stime, i video domineranno il traffico internet.

Mediante il branded video content, si ha la possibilità di poter investire in quelli che sono considerati contenuti persuasivi il cui scopo è quello di creare, per il consumatore, un’esperienza “immersiva”. Affinchè ciò avvenga, il contenuto trattato deve essere coerente con il brand che viene promosso indirettamente, quindi in maniera naturale, senza forzature (o questo è quanto devono percepire gli utenti). I valori contenuti nel video devono essere in grado di veicolare le caratteristiche del brand.

Si parla di branded content quando il contenuto appare sul sito, sulla pagina aziendale di Facebook, sul canale Youtube o anche su un magazzino virtuale che è stato creato appositamente.

I branded content sono contenuti “homemade” che piacciono alle aziende e convincono i consumatori, preferiti alle pubblicità perchè sono contenuti realizzati appositamente con lo scopo specifico di veicolare l’immagine aziendale.

Il mercato pubblicitario è sempre in trasformazione e spesso le aziende preferiscono “fare per conto proprio” realizzando una strategia di contenuti ad hoc, innovata, di qualità, personalizzata ma soprattutto su misura: branded content appunto! Contenuti di “fiducia” dal momento che si tratta di uno strumento ancora considerato “nuovo” in grado di rispondere alla domanda di engagement e di storytelling da parte dei brand.

Avvalersi di branded video content significa essere in grado di aumentare l’awareness ed, allo stesso tempo, consolidare i valori connessi alla marca. Non solo, attraverso i branded video content, è anche possibile fare investimenti diversi dalla solita pubblicità, entrando “realmente” in contatto con i clienti o potenziali clienti, regalando anche occasioni gratificanti di intrattenimento in grado di garantire customer satisfaction. In altre parole, non possiamo non essere tutti quanti consapevoli dei vantaggi del “contenuto di marca”. Questo perchè l’azienda oltre a far conoscere il proprio brand deve essere anche in grado di coinvolgere il target di riferimento per aumentare la brand loyalty trasformando il “semplice brand” in un trust brand.

L’effetto del branded video content sul consumatore è decisamente positivo, trattandosi di contenuti meno fastidiosi e meno invasivi, di una forma di comunicazione piacevole che non ha più nulla a che vedere con il tradizionale spot.

Con una media di circa 3 minuti, questi contenuti sono in grado di assicurare la dignità e la qualità editoriale che permette di presentare al meglio quelli che sono i valori della marca. Per questo il branded video content detiene una funzione strategica di fondamentale importanza: un vero e proprio contenuto editoriale sicuramente originale ed unico perchè specificatamente creato per quella marca.

Cos’è un letto sommier?

Il letto sommier è un letto matrimoniale, che può anche essere utilizzato come letto singolo, comunque di dimensioni piuttosto grande, che si caratterizza per avere un ampio vano interno utile per conservare oggetti, quali cuscini, coperte, indumenti, ecc.

Il letto sommier nasce dalla necessità di saper ottimizzare gli spazi, soprattutto nelle camere da letto che presentano ridotte metrature. Chi sceglie questa tipologia di letto ha la certezza di sfruttare al meglio tutto l’ampio spazio occupato dal materasso con una profondità ottimale, capiente come un armadio verticale.

Nei sommier il materasso può essere rialzato assieme alla relativa base, e tutta l’area sottostante si adopera come contenitore. Il meccanismo è davvero molto semplice, basta tirare giù il materasso per poter utilizzare il letto. Oltre alla praticità, questa soluzione è ottimale anche dal punto di vista estetico in quanto il contenitore non è visibile e non si può capire che il letto è utilizzato anche come “armadio”.

Questi letti hanno anche un’altra caratteristica, ovvero, è possibile acquistarli anche privi di testiera, aspetto questo che caratterizza il letto sommier moderno (su Infabbrica trovi tanti modelli di qualità scontati del 60%). Si può quindi utilizzare anche per creare diverse soluzioni, ad esempio, per farlo combaciare con una testiera a muro con dei cuscini fissati alla parete, si può utilizzare sotto ad una finestra oppure in un ponte, oppure si può sistemare sotto delle mensole. Mentre i più originali amano inserirlo al centro della stanza.

Le diverse tipologia del letto sommier

Dopo aver spiegato cos’è il letto sommier, parliamo delle due diverse tipologie,ovvero il letto sommier classico e quello con meccanismo a doppia alzata.

Nel sommier classico, il materasso può essere alzato da un solo lato, seguendo così un movimento rotatorio nell’ambito di un angolo di 90 gradi.

Il letto sommier con meccanismo a doppia alzata, è una moderna rivisitazione del sommier classico, “un’invenzione” che rende più comode le quotidiane operazioni di spostamento del materasso.

In questa tipologia di letto, il materasso si alza mantenendo una posizione perfettamente orizzontale, grazie ad un moderno sistema a doppio pistone idraulico; senza alcuno sforzo. E’ così che le persone che hanno acquistato questi letti, prendono o depositano i loro oggetti  all’interno del vano, con la massima semplicità.

Il meccanismo a doppia alzata presenta anche un vantaggio in più: potendo alzare in maniera davvero molto agevole il materasso, rende molto più comodo sistemare tutte quelle cose ed oggetti per i quali si è costretti a piegarsi nella vita quotidiana, assumendo posture scorrette. Grazie a questo meccanismo, anche rifare il letto diventa molto più semplice e non richiede sforzi. Il letto sommier è un mobile di grande funzionalità, estremamente utile per l’ottimizzazione degli spazi, e la moderna versione con meccanismo a doppia alzata offre una comodità davvero imbattibile.

Dormire in un sommier offre una dolce sensazione di benessere e riposo, infatti questo letto non è solo pratico, resistente, dal design unico ed impeccabile, ma è anche progettato per offrire un supporto ideale al materasso e per garantire ogni notte il giusto sostegno e tutto il comfort di un riposo sempre sano e rigenerante.

Come funziona un corso di paracadutismo

Il cielo non è più un limite con il corso di paracadutismo, quindi se anche tu vuoi dar sfogo a questa passione, non devi più esitare ma saltare!

Ci sono tanti motivi per avvicinarsi al paracadutismo, magari ispirati da un film, oppure dopo avere ascoltato il parere di un amico, ma quando ci si sente davvero gasati, allora quello sì che è il momento giusto per dare sfogo alle emozioni in volo!

Saltare dal paracadute non significa semplicemente infilarsi l’imbragatura, salire sull’aereo e lanciarsi nel vuoto, questa forse era la descrizione di un paracadutismo che ormai non esiste più da anni!

Il corso di paracadutismo presso associazioni certificate come VZone,  inizia dalla parte teorica, dove in poche lezioni infrasettimanali, oppure in giorni festivi, si impara tutto ciò che c’è da sapere per poter affrontare il lancio in tutta sicurezza. Si impara ad ottenere il migliore comportamento in aereo, si impara come muovere il corpo in caduta libera, il volo in paracadute aperto e le procedure di emergenza, che non devono spaventare, anzi, vengono insegnate per dare la possibilità di essere sempre pronti ad affrontare al meglio il lancio.

Dopo la parte teorica, si passa ai lanci. Il primo lancio viene effettuato in caduta libera insieme a due istruttori che seguono l’allievo in ogni fase aiutandolo anche negli esercizi di volo: posizione, lettura dell’altimetro, apertura. Un modo davvero efficiente per apprendere tutto ciò che da sapere, in modo rapido e sicuro. Quando il paracadute si apre, l’allievo è seguito via radio da un’altro istruttore a terra che lo istruisce sull’uso della vela e nell’atterraggio.    

Il lancio è ripreso, in ogni fase, da un video operatore, ed una volta atterrato, l’allievo insieme ai suoi istruttori, avrà la possibilità di rivedere la qualità del lancio e capire come affrontare al meglio eventuali errori da correggere. Al termine dei lanci l’allievo viene istruito da personale qualificato sul metodo di  ripiegamento del paracadute. Parliamo del corso AFF (Accellered Free Fall) nato negli Stati  Uniti ed esportato in tutto il mondo. Ad oggi  il corso AFF risulta essere il sistema più sicuro e veloce per imparare a volare.

Al termine del corso viene rilasciato un brevetto di lancio che abilita il paracadutista a saltare da solo in caduta libera.

E se il paracadute non si apre?

A questo avranno pensato più o meno tutti quelli che poi hanno deciso di iscriversi al corso, è lo stesso pensiero che porta a dire “e se l’aereo cade?”. Allora si viaggia in auto, che è decisamente più pericoloso visto gli incidenti che ogni giorno accadono, ma non per questo le persone smettono di andare in auto… comunque, è bene sapere, che per legge, tutte le persone in volo, devono essere equipaggiate con 2 vele, quindi c’è sempre la vela di riserva da azionare. Se poi vogliamo pensare che anche la vela di riserva non si apra… allora è bene che rinunciamo anche a camminare per strada!

Il primo lancio si può fare da soli?

Nella maniera più assoluta NO! Ci si lancia solo dopo aver effettuato il corso ed aver ottenuto il brevetto, oppure in tandem, il modo più semplice e anche divertente per vivere un’esperienza unica insieme all’istruttore che si lancerà imbragato alla persona.