Le funzionalità necessarie in un gestionale per negozi

winworkOggi chi acquista un gestionale per negozi deve acquistare un prodotto che è stato pensato e realizzato appositamente per gli esercizi commerciali che hanno l’esigenza di organizzare il proprio archivio di articoli anche in base ai colori ed alle taglie. La vendita al dettaglio ed al banco ha sicuramente bisogno di un’interfaccia facile ed intuitiva, inclusa l’emissione dello scontrino fiscale.
Oggi tra le funzionalità necessarie in un gestionale per negozi c’è anche la possibilità di stampare etichette con i relativi i codici a barre. In questo modo la gestione degli articoli diventa più facile e sicura, grazie anche alla possibilità di interfacciare dispositivi utilissimi quali lettori barcode, etichettatrici e terminali palmari. Le ultime novità in merito alle funzionalità sono relative agli eCommerce, Fattura Elettronica ed APP per Smartphone/Tablet Android.

Il software che viene utilizzato per la gestione della vendita viene anche utilizzato per i flussi dei magazzini. Permette un controllo delle vendite, dei resi, dei trasferimenti, delle chiusure di cassa, del controllo merce in entrata, degli inventari, delle stampe fiscali e delle statistiche. Inoltre un gestionale per negozi permette anche di  gestire le schede e i profili cliente e la relativa emissione di buoni omaggio, gift card e offerte promozionali. In questo modo gli amministratori del sistema possono gestire acquisti, creare listini, impostare promozioni, organizzare la spedizione della merce, stampare il codice a barre, produrre e generare report oltre ad avere un controllo totale in merito alle attività svolte nella rete dei negozi.
Le funzionalità necessarie in un gestionale per negozi vengono sviluppate per tutti coloro che sviluppato per coloro che hanno la necessità di gestire a 360° il processo di vendita al dettaglio.Tali funzionalità possono anche essere utilizzate per la gestione centralizzata di più punti vendita o negozi in franchising, con possibilità di verifica della produttività di ciascun operatore. Le soluzioni comprendono  moduli specifici per le diverse attività del settore distributivo, al fine di poter dare un’offerta scalabile e personalizzabile per ogni Cliente che voglia meccanizzare i propri negozi.

Software gestionale per negozi di abbigliamento e calzature

Ogni negozio ha le proprie esigenze, ad esempio, ci sono software gestionali specifici per i negozi di abbigliamento e calzature studiati e realizzati appositamente studiato appositamente per gestire le problematiche del singolo negozio e delle catene di negozi nel settore moda. Si tratta di programmi specifici particolarmente indicati nell’ambito dei negozi di abbigliamento, boutiques o calzature dove esiste la necessità di gestire con un unico applicativo una tabella di taglia e colore e poter verificare l’esistenza in negozio o magazzino per ogni singola misura e colore.

Ad esempio, la personalizzazione delle etichette permette di esporre al cliente tutte informazioni necessarie per un acquisto automatizzato.
Importante sottolineare anche la gestione della fidelizzazione clienti che consente di creare un’anagrafica attraverso la quale è possibile memorizzare, oltre ai dati anagrafici del cliente, le campagne promozionali delle quali gli stessi possono beneficiare.

Ma a prescindere dall’attività, le funzionalità necessarie in un gestionale per negozi, devono e possono essere integrate con un gruppo di funzioni dedicate al Marketing che hanno lo scopo di risolvere alcune necessità che si presentano giornalmente nella normale gestione di un’attività; dalla pianificazione degli appuntamenti all’ invio di offerte mirate con l’esito verificabile.

Terra, il cosmetico glam!

cosmetici naturaliLa cosmesi naturale propone “versioni multifunzione”, adatte a scolpire il viso e creare un effetto definito “bonne mine.

Il must have del trucco estivo

Ogni stagione conosce le virtù della propria cosmesi naturale, quest’anno protagonista è la terra che si conferma cosmetico multitasking per eccellenza, soprattutto in prospettiva delle nuove versioni che non si limitano a “colorare”, ma illuminano ed enfatizzano i lineamenti. A prendere il grande merito sono le formulazioni last generation, che unisco ai pigmenti gli agenti idratanti e polveri micronizzate in grado di regalare splendore e levigatezza alla pelle, rendendo anche più facile l’applicazione.
Quest’estate si “gioca” quindi sotto all’ombrellone a scommettere sulle new entry e proprio vicino alle ormai note terre monocromatiche, quelle con due o più colori, che aumentano la versatilità del prodotto e sono perfette per il beauty delle vacanze, si fanno strada i prodotti “2 in 1” per un viso dal colorito perfetto, dalla texture impalpabile e facile da sfumare. Prodotti in grado di racchiude in un’unica cialda terra e fard in due sfumature complementari, da mixare a piacere per sublimare l’incarnato.

Vuoi creare la tua terra naturale fatta in casa?

Si chiama blush ma è sempre il fard, ovvero, una cipria colorata che dà vita all’incarnato, indicato soprattutto a chi ha una pelle chiara, viene utilizzato soprattutto per regalare alle guance un tocco in più in grado di rendere il make up perfetto. Una specie di terra indiana, ancora molto gettonata, anche se adesso vedremo insieme come poter creare un fard naturale e soprattutto economico perchè fatto in casa.

Ecco cosa occorre avere a portata di mano:

(Meglio acquistare questi prodotti in negozi di cosmetici biologici):

amido di mais
colorante alimentare il polvere assolutamente bio
pennello e piccola scatola

L’ingrediente base per la composizione del nostro fard è l’amido di mais, poi occorre procurarsi del colorante in polvere, avendo cura di scegliere il colore più adatto come il rosso o l’arancione. Chi preferisce invece, può realizzare anche la terra indiana, in questo caso il colore da scegliere è il marrone. Infine serve una piccola scatolina in cui riporre il prodotto e conservarlo.
A questo punto possiamo procedere tenendo conto che l’amido è di colore bianco, quindi la quantità di colore dev’essere proporzionata alla quantità di amido utilizzato, in quanto questo tenderà a stemperare la tinta. Ma vediamo con maggior precisione:

carnagione molto chiara: scegliere un colore rosato molto delicato oppure un arancione, anch’esso appena accennato, specialmente se si hanno i capelli rossi,
pelle di un colorito misto: scegliere un rosa normale,
pelle scura: utilizzare il marrone per creare il colore giusto.

A questo punto possiamo mescolare la quantità necessaria di amido con la quantità del colorante prescelto, facendo attenzione a incorporare adeguatamente il colore così d renderlo uniforme.
Stiamo utilizzando un prodotto naturale, questo significa che non verranno ostruiti i pori, ma verrà opacizzata la pelle al fine di renderla perfetta. Se si è realizzato il fard, questo andrà sfumato con un pennello da trucco adatto solo sulle guance, mentre se si è creata una terra indiana, questa potrà essere cosparsa e sfumata su tutto il viso per uniformare l’incarnato.

Volete ristrutturare la vostra casa scegliendo le scale giuste?

Le scale autoportanti possono essere la soluzione per voi! Sono un’ottima alternativa alle scale tradizionali in quanto di facile e veloce realizzazione e più economiche.

Questo genere di scale può essere perfettamente progettato in modo che s’intoni con lo spazio e l’arredamento degli interni, in quanto può essere eseguito con una varietà di soluzioni e materiali. La scala può essere progettata in stile moderno, classico o tradizionale, con gradini in legno, in marmo o in metallo, o, per esempio, con due travi, con tiranti, con piantone centrale. In questi tipi di scale è la struttura stessa che assegna il giusto equilibrio per il sostegno per collegare ambienti su livelli differenti. Continua a leggere Volete ristrutturare la vostra casa scegliendo le scale giuste?

Vuoi fare corsi di formazione? Ecco come…

Il lancio della piattaforma di e-learning su internet, ad esempio, è un pagamento solitamente importante, molto di più che in una normale scuola. I corsi online, infatti, necessitano innanzitutto dell’acquisto di acquistare un sito web programmazione su piattaforma speciale e la realizzazione di corsi virtuali. Tutto questo necessita più persone che ne sappiano di informatica aggiuntivi. per quanto riguarda, invece, l’apertura di qualsiasi attività-corsi di formazione tradizionale, il primo passo sarà quello di avere una struttura che dispone di aule attrezzate con tavoli, sedie, cattedre, lavagne e tutto il necessario per svolgere le lezioni. Quindi, è necessario scegliere un argomento sui vari corsi e di tutto il materiale didattico necessario. C’è da fare un programma didattico nel quale determinare la durata dei corsi, i costi e argomenti. Importante sarà anche preparare i diplomi e attestati riconosciuti sia a livello regionale che nazionale. Per iniziare è meglio un’istituto formativo al fine di garantire che la tua idea ha successo e i frutti di bene, la cosa più importante è fare un sacco di pubblicità: volantini, brochure, passaparola, internet, tutti i fondi possono essere utilizzati per migliorare, soprattutto se si è da poco. Continua a leggere Vuoi fare corsi di formazione? Ecco come…

Informazioni sui tipi di sementi per prato

Per promuovere la crescita di una rigogliosa il nostro prato, è bene prendere i semi più adatti. A questo proposito permettetemi di mostrarvi come muovervi nella scelta dei vari tipi di semi; ci; sono un sacco di varietà di semi recuperabili sul mercato e altresì corposi sono le domande che nascono nell’attimo dell’acquisto: quali sono i semi di scegliere. Continua a leggere Informazioni sui tipi di sementi per prato

Visite dentistiche a Torino: un approfondimento

Il dentista si sa, non è un personaggio che si visita molto volentieri, anche quando lo si incontra anche solo per farsi un’idea di quale sia lo stato generale della propria bocca.

Precedenti dentisti a Torino, hanno usato procedure illegali con strumenti molto dolorosi che hanno generato questo genere di sentimento, in particolare gli operatori sanitari della mutua (senza offesa per nessuno) che preferivano togliere i denti anziché curarli.
Le storie dei dentisti “cattivi” non si contano, amplificando l’antipatia per questi soggetti. Continua a leggere Visite dentistiche a Torino: un approfondimento

Come sfruttare al meglio l’Iphone

L’Apple ha rilasciato il dispositivo elettronico più ricercato al mondo: l’imbattibile Iphone, la cui richiesta è altissima in qualsiasi parte del globo.
L’unica pecca, se così si vuol chiamare, consiste nel ritrovarsi il telefono bloccato, questo succede particolarmente, quando si acquista il dispositivo sottoscrivendo un impegno a lungo termine che vincola nel pagamento (generalmente si tratta di pacchetti che includono la ricarica obbligatoria che col passare del tempo paga anche il telefono).

Così per due o tre anni circa, non si potrà cambiare gestore telefonico poiché questo vincolo corrisponde a una garanzia che continuerete a essere clienti e a pagare il telefono fino alla fine. Continua a leggere Come sfruttare al meglio l’Iphone